Raccolte di poesie “La Sicilia”

INSONNIA

Il riso stridulo della Notte
si è aperto nel silenzio
come una vena fatale.

E sono stato nascosto in me,
cieca preda spaurita,
senza memoria né speranza di luce.

Ora, in quest’alba che hanno le case,
il paese è come un vascello che salpa:
nella sua nitida alberatura
per me s’impiglia una vela di morte.

E.Greco